Parrocchia San Rocco sopra Principe

Non tanto da pochi, ma un poco da tutti

PRIME COMUNIONI 13-14 maggio 2017

Come ogni anno nel mese di Maggio si celebrano nella nostra Parrocchia le Prime Comunioni e nei mesi precedenti, oltre agli incontri settimanali con i bambini, proponiamo alcuni momenti di condivisione e approfondimento ai loro genitori.

A fine gennaio, Daniela Lenzi, una mamma catechista ci ha invitato a partecipare alla Santa Messa come un gioioso invito a cena, dove il Padrone di casa ci accoglie, conversa con noi e si siede alla mensa per condividere pensieri e cibo per la nostra crescita spirituale.

Domenica 26 marzo, il diacono Galliani, prendendo spunto dal miracolo del “cieco nato”, per compiere il quale Gesù ha fatto alcuni gesti concreti: il fango, l’invio alla piscina, il lavaggio con l’acqua, ha spiegato come i sacramenti che ci donano la Grazia, cioè l’amore di Dio, sono gesti concreti e visibili che agiscono indipendentemente da noi.

Siamo sicure che queste conversazioni fatte in un clima amichevole siano come piccoli semi gettati nel cuore di chi ha voluto ascoltare e con il tempo e l’aiuto del Signore daranno certamente un buon frutto.

Le catechiste

 

Una mamma che ha partecipato dice:

L’incontro di domenica 26 marzo rivolto ai genitori dei bambini che si stanno accostando a ricevere il Sacramento della Prima Comunione, è stato un importante momento di riflessione e di confronto.

Il diacono Giulio Galliani, anche marito e padre di famiglia, ci ha offerto un approccio estremamente veritiero e umano: ha focalizzato l’importanza di accostarsi in modo continuativo ai Sacramenti, segni della nostra cristianità, ciò risulta peculiare anche quando abbiamo l’impressione di essere avulsi nei nostri pensieri e “distanti.”

Calza l’immagine del bambino piccolo abbandonato fiducioso tra le braccia della mamma.

Noi genitori spesso ci affanniamo nel chiederci come possiamo alimentare la Fede nei nostri figli ma se ci fermiamo ad osservarli e ci poniamo in un atteggiamento di ascolto nei loro confronti, ci accorgiamo che spesso sono loro a stupirci, mostrandoci naturalmente il giusto atteggiamento e la strada per arrivare a Gesù.

                                                                                                                                  Maria