Monthly Archives: novembre 2016

Don Doglio

ATTENZIONE

seguito allerta rossa dalle ore 06.00 del 24/11 alle ore 06.00 del 25/11 l’incontro con don Doglio in programma per Giovedì 24 novembre è ANNULLATO

SANTA CRESIMA DOMENICA 06 NOVEMBRE 2016

SAN ROCCO SOPRA PRINCIPE- SANTA CRESIMA DOMENICA 06 NOVEMBRE 2016

Domenica 6 Novembre 2016 la comunità della Parrocchia di San Rocco sopra Principe si è stretta attorno a 22 ragazzi e ragazze che hanno ricevuto il Sacramento della Confermazione:

Bottaro Annalisa, Bruzzone Filippo, Campolucci Paola, Capizzi Andrea, De Biase Luca, Fameli Alessia, Gazzo Christian, Ghioni Alberto, Locaputo Beatrice, Lupo Emanuele, Marconcini Nicola, Magliulo Beatrice, Pagano Simone, Pecorelli Silvia, Peloso Paolo, Poggi Sofia, Regalzi Viviana, Rocha Jhonny, Russo Valentina, Selogni Giorgia, Tortora Sara, Zerbino Matilde.

La celebrazione è stata presieduta da Mons. Nicolò Anselmi.

Durante l’omelia i ragazzi sono stati guidati verso una riflessione articolata e molto concreta. All’inizio della loro vita, con il Battesimo, hanno ricevuto lo Spirito Santo, ma con la celebrazione della Cresima lo ricevono in pienezza. Da questo momento in poi la loro partecipazione alla vita della Chiesa e la loro crescita di fede non è più dettata da un dovere, ma deve essere animata dalla volontà. Il primo servizio a cui sono chiamati è quello di stare bene con il Signore: è il dono più grande che possano aver ricevuto. Concretamente dovranno essere persone felici, solo in questo modo l’ambiente che li circonda sarà altrettanto sereno perché la nostra felicità coincide con la felicità degli altri. La voce del cuore ci propone continuamente le cose più giuste da fare, dobbiamo avere il coraggio di ascoltarla per seguire lo Spirito, che è Dio. Tuttavia, durante il trascorrere del tempo, potrebbe accadere che qualcuno per un certo periodo decida di non usare il dono ricevuto con la Cresima e lo metta a riposare in un cassetto. La nostra vita cristiana potrebbe subire il fascino di chi pensa che andare a Messa sia una cosa “da vecchi”, che essere cristiani non sia “di moda”. Con questo atteggiamento facciamo sì che il dono ricevuto si impolveri e la nostra felicità si trasformi in tristezza, in malessere interiore. E’ qui che serve il coraggio che il Signore ci ha donato con la Confermazione:bisogna avere la forza di tornare a Lui. Il dono dello Spirito Santo non arrugginisce, non viene distrutto da virus, ma se richiamato rifiorisce subito e ritorna la gioia nel cuore.

Ecco le testimonianze di un ragazzo e di una catechista:

“La Cresima è per me come una tappa di un lungo cammino durato sei anni. E’ un’emozione grandissima perché posso confermarmi cristiano con la mia testa. Da quando ho iniziato questo cammino sono molto cambiato e oggi mi sento pronto.” (Nicola)

“Sei anni fa anch’io, come catechista, ho ricevuto un dono: questi ragazzi.  Sono stati un dono che ho imparato a scoprire nel tempo. Sono cresciuta con loro e attraverso di loro. Vederli sull’altare mi ha reso felice perché sono rimasti e hanno creduto nella parola di Gesù.  Auguro loro che  la  gioia di oggi li accompagni nella vita”  (Francesca)

foto-di-gruppo-1

Ragazzi e mensa

Giovedì 3/11 i ragazzi del catechismo di seconda media hanno svolto un’attività che dimostra la loro sensibilità e la loro generosità.

Dopo aver raccolto una bella “cifretta” si sono divisi in tre gruppetti, hanno fatto una spesa per la mensa ed hanno preparato un antipasto e un dolce per gli ospiti della mensa stessa che hanno gradito e ringraziano.

 

ragazzi-e-mensa